L’ Istituto Comprensivo Attigliano-Guardea è stato istituito nel 1997, quale risultato dell’accorpamento delle SS1° grado e Primarie di Giove, Attigliano e la Scuola Primaria di Penna in Teverina. Nell’anno 2009 si sono aggiunte le Scuole Primarie e Secondarie di Alviano e Lugnano in Teverina e successivamente la Scuola dell’Infanzia di Alviano. Dall’ a.s. 2013/2014, sono entrate a far parte del nostro Istituto, le Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado di Guardea.

immagine per la categoria Ultimi articoli...

29 Giugno 2020

5 Giugno 2020

“Si informano le famiglie degli alunni che a partire dalla data odierna l’accesso alla bacheca delle circolari sarà riservato. Per accedere alla bacheca, occorrerà inserire le credenziali utilizzate per accedere al Registro Elettronico. Si ricorda, inoltre, che la bacheca delle circolari è accessibile direttamente anche dal Registro Elettronico. 

I genitori possono recuperare autonomamente le credenziali di accesso al registro seguendo le istruzioni disponibili al seguente link: https://supporto.madisoft.it/portal/kb/articles/recupero-credenziali

Si ricorda inoltre che, dopo aver eseguito l’accesso al registro elettronico, è possibile cambiare il proprio nome utente e la propria password cliccando sull’omino in alto a destra, selezionando la voce “profilo” e seguendo, quindi, le istruzioni che compariranno sulla schermata”.

4 Giugno 2020

                                                   

4 Maggio 2020 Scuola primaria di Alviano

Omaggio alla primavera dalla 2E, ogni alunno ha messo un fiore del suo giardino e ne abbiamo creato uno virtuale!

22 Aprile 2020  “TI RIUSO CON AFFETTO”

Classe 2 D, Scuola Secondaria di Primo Grado di Lugnano in Teverina (TR)

Il nostro progetto è partito da una riflessione sugli stili di consumo e, di conseguenza, sulla  problematica dei rifiuti (Agenda 2030, goal 12.5). Abbiamo lavorato attorno a un’idea creativa, facilmente realizzabile, con impatto immediato sulla comunità, che promuovesse la buona pratica del riuso. Abbiamo così progettato e realizzato (con l’aiuto prezioso di un nonno) un postazione fissa nell’atrio della scuola, LO SCAFFALE DEL RIUSO, dove studenti e personale della scuola potessero mettere oggetti, ancora in buono stato ma non più utilizzati, che altri avrebbero potuto prendere. L’azione del “buttar via” si trasforma in quella del “lascia e prendi”, prolungano il ciclo di vita degli oggetti e stimolando una riflessione sul consumo critico.

Lo scaffale è stato inaugurato in occasione del mercatino di Natale dove tutti sono stati invitati a portare oggetti da lasciare: un modo per scambiarci regali “sostenibili”.

La fase finale, non avvenuta causa chiusura improvvisa della scuola, doveva essere organizzare un incontro a scuola con il sindaco per raccontare il nostro percorso e fare la proposta di aprire, nell’isola ecologica di Lugnano, un centro del riuso permanente. Gli studenti hanno preparato una documentazione sui centri del riuso già esistenti, con tanto di istruzioni operative e suggerimenti procedurali. Oltre all’obiettivo di ridurre i rifiuti, sarebbe questa una nuova occasione di incontro tra persone, un modo sano di fare comunità.

Al progetto hanno collaborato l’insegnante di lettere, Silvia Bombara, insieme con l’insegnante di scienze, Alessia Scardavilli, e di tecnologia, Letizia Salvati.